splash

Posted By grim on aprile 27th, 2010

La Fionda è il Blog di tutti, e proprio per questo tutti, ma proprio tutti, sono invitati a esprimere le proprie opinioni! Registrati al blog, bastano un nickname e una password, senza nessun dato personale!

Manda il tuo articolo all’indirizzo [email protected]

In alternativa, lascia un commento sul nostro Guestbook, o al termine di un Post!

Un blog senza partecipanti, non ha ragione di esistere, dunque vi invitiamo calorosamente a leggere e a scrivere sulla Fionda!

Il team della Fionda

—–OGNI LUNEDI’ ALLE 14 LA FIONDA TRASMETTE IN DIRETTA L’INTERVENTO DI MARCO TRAVAGLIO PER PASSAPAROLA. VEDI CANALE USTREAM NELLA BARRA LATERALE DEL BLOG—–

——– INVIA SMS GRATIS DALLA FIONDA! TROVI IL BOX D’INVIO IN FONDO ALLA PAGINA SULLA DESTRA ——–

 

Archive for aprile 23rd, 2010

Mogli e buoi dei paesi tuoi – di Francesco Dal Moro

Posted By grim on aprile 23rd, 2010

Italia e immigrazione, un rapporto non certo facile. È uso comune considerare l’argomento in chiave politica, idealista, sociale, ma raramente, ed erroneamente, se ne pone sotto i riflettori l’aspetto economico.

Così, mentre in comuni come Adro 50.000 euro versati dalla regione sono stati rifiutati, poiché destinati al contributo affitti per gli immigrati, con lo scopo di negar loro il servizio sociale e indurli ad andarsene via, alla ricerca di comuni più ospitali, in Parlamento analoghe operazioni vengono studiate, votate, e presentate al Quirinale. Se l’Italia non ti aiuta, ma ti combatte, ti vuole incentivare ad andare altrove.

Ma i nostri amministratori locali e parlamentari si dimostrano una volta di più completamente ciechi, vuoi per volontà, vuoi per ignoranza, di fronte a un processo in corso (peraltro in tutto il Pianeta) portatore di grandi benefici economici.

Andiamo dunque alla ricerca di questa forza lavoro, citando i dati dell’Inps, ovvero dati relativi a lavoratori regolari.

Da un punto di vista produttivo, nel 2007 i lavoratori stranieri in regola rappresentavano in 7% (2.173.545 persone) della forza lavoro nazionale, e producevano il 9,2% (oltre 122 miliardi di euro) del Prodotto Interno Lordo italiano.

Tradotto, nel 2007 ognuno degli oltre 2 milioni di lavoratori stranieri ha prodotto in media 60.000 euro per lo Stato. I lavoratori italiani (31 milioni), nel medesimo anno, hanno portato al Pil nazionale 1.204.086.956.521 di euro, ossia 39.000 euro a testa in media.

Dal punto di vista contributivo (tasse e contributi), invece, abbiamo dati più recenti, risalenti al 2009. L’unica fonte reperibile online è quella della Banca d’Italia, mostrata da Annozero ieri sera.

Dai menzionati dati si evince che i lavoratori stranieri contribuiscono ai fondi sociali, attraverso tasse e contributi, con 19,5 miliardi di euro, ricevendone indietro, in assistenza sociale, solo la metà, precisamente 10,3 miliardi. Immaginiamo allora che in tale condizione contributiva vi siano i cittadini lombardi: spendono in servizi sociali il doppio di quando gli venga effettivamente erogato. Credo che il primo pensiero di tutti voi sia una campagna leghista contro una simile ingiustizia, un furto a onesti lavoratori, accesa da slogan nobili come “QUANTO DAI, HAI!” e altri meno signorili. Quella stessa Lega Nord che oggi accusa di parassitismo chi produce in media di più e, sempre in media, riceve di meno.

Forse politici verdi nella bandiera e neri nell’ideologia, e sindaci che amano ancor oggi calarsi nei panni di prefetti dell’antica Roma, dovrebbero prendere la calcolatrice prima di certe folli decisioni.

WOOOLFTAIL