splash

Posted By grim on aprile 27th, 2010

La Fionda è il Blog di tutti, e proprio per questo tutti, ma proprio tutti, sono invitati a esprimere le proprie opinioni! Registrati al blog, bastano un nickname e una password, senza nessun dato personale!

Manda il tuo articolo all’indirizzo [email protected]

In alternativa, lascia un commento sul nostro Guestbook, o al termine di un Post!

Un blog senza partecipanti, non ha ragione di esistere, dunque vi invitiamo calorosamente a leggere e a scrivere sulla Fionda!

Il team della Fionda

—–OGNI LUNEDI’ ALLE 14 LA FIONDA TRASMETTE IN DIRETTA L’INTERVENTO DI MARCO TRAVAGLIO PER PASSAPAROLA. VEDI CANALE USTREAM NELLA BARRA LATERALE DEL BLOG—–

——– INVIA SMS GRATIS DALLA FIONDA! TROVI IL BOX D’INVIO IN FONDO ALLA PAGINA SULLA DESTRA ——–

 

Archive for maggio 1st, 2010

Dimostrazione scientifica dell’esistenza degli alieni – da noipensiamo.org

Posted By grim on maggio 1st, 2010

Via lattea

L’ universo che per ora siamo riusciti a conoscere è formato da 200 miliardi di galassie, una vera immensità. Una di queste galassie è la nostra, la Via Lattea la quale è composta a sua volta da circa 25 miliardi di stelle, di cui una di queste è il Sole. Per ogni stella dovrebbero esistere in media (ipotizziamo per difetto) un paio di pianeti in grado di sostenere una qualsiasi forma di vita (noi che abbiamo esplorato solo Marte abbiamo dedotto la presenza di acqua e la probabile presenza di vita nel passato!). Conteggiato questo, e il fatto che una civiltà possa durare all’incirca 10 mila anni, quante civiltà possiamo affermare con sicurezza che coesistono con noi in questo preciso momento? L’esimio Frank Drake, astrofisico statunitense, lo ha calcolato con la seguente formula:

N = R* × fp × ne × fl × fi × fc × L

Dove le varie lettere stanno a significare

  • N: numero civiltà spaziali esistenti nella Via Lattea, è l’incognita
  • R*: numero di stelle presenti nella Via Lattea, sono circa 25′000′000′000 (25 × 10^9)
  • fp: frazione di stelle che hanno dei pianeti, uno su 5 (1/5)
  • ne: frazione di pianeti in grado di sostenere la vita, 2 per stella
  • fl: frazione di pianeti in cui ha origine la vita, uno su 100 (1/100)
  • fi: frazione dei pianeti in cui si evolve l’intelligenza, uno su 10 (1/10)
  • fc: frazione dei pianeti dove si sviluppa una civiltà avanzata scientificamente come la nostra, uno su 10 (1/10)
  • L: numero di anni di sopravvivenza della civiltà, 10′000(Durata civiltà) / 10′000′000′000 (esistenza universo) = 1/1′000′000

Calcolando con i dati approssimativi otteniamo:

N= 25′000′000′000 × [(1/5) × 2 × (1/100) × (1/10) × (1/10) × (1/1'000'000)]=

= 25′000′000′000 × [0,2 × 2 × 0,01 × 0,1 × 0,1 × 0,000001] =

= 25′000′000′000 × 0,00000000004 = 1

Il che significa che quasi con certezza in questo momento almeno una specie di alieni dotati di una civiltà avanzata coesiste con noi nella nostra galassia. Immaginiamo quindi quante ne possano esistere nell’universo intero!

Sul fronte scientifico e dell’astrofisica nessuno nega più su basi statistiche l’esistenza di civiltà aliene. Al massimo alcuni scettici ritengono che, considerate le enormi distanze fra la Terra e le stelle, un contatto fisico sarebbe impossibile. Il che in realtà è una falsa argomentazione, in quanto se è pur vero che il limite fisico della velocità della luce costituisce un ostacolo, è anche vero che la fisica moderna dimostra che curvando opportunamente lo spazio si potrebbero colmare grandi distanze in tempi brevi bypassando il problema.

alieno noipensiamo.comMolti stati come la Gran Bretagna hanno reso ufficiale i migliaia di avvistamenti, racconti, incontri con alieni, anche da parte di personale delle forza armate (piloti militari per esempio). Da non molto pure la Chiesa ha ammesso la possibile esistenza di alieni che devono essere considerati nostri fratelli e che anzi devono esistere perché altrimenti ciò contraddirebbe l’onnipotenza creatrice di Dio.

Se esistono però e c’è alta probabilità che siano così avanzati da raggiungerci e mettersi in contatto con noi, perché non si rivelano? Probabilmente non vogliono problemi con noi, consci del fatto che siamo una civiltà inferiore e spesso violenta, preferiscono mantenersi a debita distanza piuttosto che rischiare di compromettere i rapporti, ancora non si fidano di noi e non hanno tutti i torti. Di certo però non ci troveranno molto sorpresi quando si riveleranno. Qualcuno ancora dubita dell’esistenza degli extraterrestri?

Eldorado – noipensiamo.com