Facebook

A Francesco CodadiLupo piace

La fionda d'urtoLa fionda d'urto
Crea il tuo badge "Mi piace"
Signoraggio bancario: L’unico vero peccato originale – di Francesco Dal Moro | La fionda d'urto
splash

Posted By grim on aprile 27th, 2010

La Fionda è il Blog di tutti, e proprio per questo tutti, ma proprio tutti, sono invitati a esprimere le proprie opinioni! Registrati al blog, bastano un nickname e una password, senza nessun dato personale!

Manda il tuo articolo all’indirizzo [email protected]

In alternativa, lascia un commento sul nostro Guestbook, o al termine di un Post!

Un blog senza partecipanti, non ha ragione di esistere, dunque vi invitiamo calorosamente a leggere e a scrivere sulla Fionda!

Il team della Fionda

—–OGNI LUNEDI’ ALLE 14 LA FIONDA TRASMETTE IN DIRETTA L’INTERVENTO DI MARCO TRAVAGLIO PER PASSAPAROLA. VEDI CANALE USTREAM NELLA BARRA LATERALE DEL BLOG—–

——– INVIA SMS GRATIS DALLA FIONDA! TROVI IL BOX D’INVIO IN FONDO ALLA PAGINA SULLA DESTRA ——–

 

Signoraggio bancario: L’unico vero peccato originale – di Francesco Dal Moro

Posted By grim on maggio 4th, 2010

Il 4 Giugno 1963 J.F.Kennedy, con l’ordine esecutivo 11110, incaricò il Ministro del Tesoro di coniare 4 miliardi di dollari, con tanto di scritta United States Note, anziché Federal Reserve, sfidando il monopolio in materia della potente BC americana. Pochi mesi dopo, il 22 Novembre, fu assassinato a Dallas, undicesima sede (su 12) delle Banche Centrali americane.

Lyndon Johnson, il suo successore, come prima cosa tolse quei 4 miliardi dalla circolazione.

Questo episodio sarà forse più chiaro una volta conosciute le dinamiche del signoraggio monetario.

Con tale termine si intende l’insieme dei redditi derivanti dalla creazione della base monetaria di uno Stato. Ma questi redditi in cosa consistono, e chi ne fruisce?

L’intuito di chiunque farebbe pensare che lo Stato emetta la moneta, e fruisca dei conseguenti redditi. Invece no.

Di regola, le Banche Centrali (BC) di una nazione creano le banconote, mentre gli Stati producono le monete. Nell’Unione Europea, le banconote sono prodotte dalla Banca Centrale Europea (BCE), e i redditi ripartiti tra le Banche Centrali nazionali.

La Banca Centrale è sì un Istituto pubblico, ma le quote di parecipazione al capitale (chi investe, e chi incassa gli utili) sono di grande maggioranza private (ad es. le quote private della Banca d’Italia ammontano al 95%, distribuite tra banche e compagnie di assicurazioni).

Talvolta le BC sono direttamente s.p.a. private, come nel caso della potentissima Federal Reserve americana. Qualunque sia l’assetto, i beneficiari dell’emissione di moneta sono soggetti privati, e non lo Stato. Tutto ciò risponde alla seconda domanda, ora vediamo invece a quanto ammontano questi benefici.

In riferimento all’euro, il reddito da signoraggio consta nel reddito originato dagli attivi detenuti in contropartita delle banconote in circolazione, cui sottrarre i costi di produzione.

Tradotto in semplici un numeri, la contropartita di una banconota da 500 euro, che lo Stato versa alla Banca Centrale per avere quella banconota, è di nientemeno che 500 euro, mentre i costi di produzione, sempre per la medesima banconota, sono di 5 centesimi.

Una sola banconta da 500 euro, dunque, genera un reddito pari a 500€ – 0.05€; il risultato non c’è bisogno che ve lo dica io. Solo il 60% di questi spropositati guadagni vengono versati all’erario pubblico tramite imposte, il rimanente 40% finisce dritto dritto nelle pance e nei conti corrente degli azionisti di maggioranza della BC.

Un primo inquietante quadro inizia a delinearsi; per completare questa vera e propria “opera d’arte”, tuttavia, dobbiamo analizzare le conseguenze, gli effeti di questa politica monetaria.

La sopraccitata contropartita di reddito nell’emissione di banconote, cui sottrarre i trascurabili costi di produzione, viene corrisposta attraverso titoli di Stato.

Ovvero lo Stato, per pagare la solita banconota da 500 euro, emette un titolo di Stato dal valore di 500 euro, cui è legato un tasso di interesse, che la BC acquista pagando il relativo valore di 500 euro allo Stato. Con questi 500 euro ricevuti dalla BC per l’acquisto del titolo, lo Stato acquista l’iniziale banconota da 500 euro prodotta dalla BC.

Essendo un titolo una sorta di prestito, (in cambio di un azione ricevo dei soldi, che dovrò restituire con il tasso d’interesse applicato), lo Stato si indebita con la BC, dell’ammontare del tasso d’interesse scaturito dall’acquisto di ogni singola banconota.

Parlando con i numeri, uno Stato che acquista 10 banconote da 500 euro, con titoli cui è applicato un tasso d’interesse del 10%, si indebita di 50 euro per ogni banconota.

Il tasso di interesse, inoltre, è regolabile attraverso la politca monetaria, gestita dalla Banca Centrale. Quindi la BC non solo è creditore verso lo Stato, ma decide anche a quanto fare ammontare il debito.

Con questa logica, l’indebitamento pubblico (certo non nelle misure italiane) è inevitabile, poiché si tratta di debito “auto rigenerante” , e la prima conseguenza è la maggior imposizione fiscale. Se tutti i redditi del signoraggio fossero destinati allo Stato, questo avrebbe più risorse per sostenere la spesa pubblica, e ne necessiterebbe di meno dai suoi cittadini.

Il risultato finale è l’infinito e imperituro arricchimento di una ristrettissima casta, vera padrona delle dinamiche economiche e politche, in quanto principale lobbysta.

Tutto ciò a carico dei cittadini, in Europa come in America, in tutti i paesi infettati dal virus del signoraggio, peccato originale del sistema capitalistico.

WOOOLFTAIL

Tags: , , , , , , ,

Similar Posts

1.883 Responses to “Signoraggio bancario: L’unico vero peccato originale – di Francesco Dal Moro”

  1. Title…

    [...]the time to study or take a look at the content material or internet sites we’ve linked to below the[...]…

  2. Title…

    [...]always a big fan of linking to bloggers that I like but do not get lots of link adore from[...]…

  3. Title…

    [...]check beneath, are some entirely unrelated web sites to ours, nonetheless, they’re most trustworthy sources that we use[...]…

  4. Title…

    [...]Every after inside a even though we select blogs that we read. Listed below are the latest websites that we pick out [...]…

  5. paintless dent removal training…

    [...]check below, are some absolutely unrelated internet sites to ours, on the other hand, they’re most trustworthy sources that we use[...]…

  6. Title…

    [...]usually posts some incredibly exciting stuff like this. If you’re new to this site[...]…

  7. Title…

    [...]very few websites that come about to be detailed below, from our point of view are undoubtedly nicely worth checking out[...]…

  8. click here scrive:

    Title…

    [...]please visit the sites we adhere to, which includes this one, as it represents our picks from the web[...]…

  9. Title…

    [...]we like to honor lots of other net sites on the net, even if they aren’t linked to us, by linking to them. Beneath are some webpages worth checking out[...]…

  10. Title…

    [...]Here is a superb Blog You might Discover Interesting that we Encourage You[...]…

  11. Title…

    [...]check below, are some totally unrelated websites to ours, on the other hand, they are most trustworthy sources that we use[...]…

  12. Title…

    [...]Sites of interest we’ve a link to[...]…

  13. Title…

    [...]please pay a visit to the websites we stick to, like this a single, because it represents our picks through the web[...]…

  14. Moiwa scrive:

    Title…

    [...]The details mentioned inside the article are a few of the most effective offered [...]…

  15. Title…

    [...]here are some hyperlinks to web-sites that we link to simply because we believe they may be really worth visiting[...]…

  16. paintless dent repair courses…

    [...]always a large fan of linking to bloggers that I love but do not get a lot of link appreciate from[...]…

  17. Title…

    [...]please go to the web pages we comply with, including this a single, because it represents our picks through the web[...]…

  18. Title…

    [...]Wonderful story, reckoned we could combine several unrelated information, nevertheless really worth taking a appear, whoa did 1 master about Mid East has got more problerms too [...]…

  19. Title…

    [...]always a huge fan of linking to bloggers that I adore but really don’t get a lot of link enjoy from[...]…

  20. gau bong scrive:

    gau bong…

    [...]usually posts some quite intriguing stuff like this. If you are new to this site[...]…

  21. vietnam flower shop…

    [...]just beneath, are numerous absolutely not related websites to ours, even so, they are surely really worth going over[...]…

  22. youtube scrive:

    youtube…

    [...]always a large fan of linking to bloggers that I really like but don’t get a lot of link really like from[...]…

  23. Signoraggio bancario: L…

    [...]Wow, marvelous weblog format! How lengthy have you ever been running a blog for?[...]…

  24. Title…

    [...]one of our guests lately advised the following website[...]…

  25. world cup 2014 scrive:

    Title…

    [...]Every the moment inside a whilst we decide on blogs that we read. Listed below would be the newest internet sites that we decide on [...]…

  26. Title…

    [...]we came across a cool web-site which you could appreciate. Take a look in case you want[...]…

  27. Title…

    [...]Every the moment in a even though we opt for blogs that we read. Listed beneath would be the most current internet sites that we select [...]…

  28. Title…

    [...]here are some hyperlinks to internet sites that we link to mainly because we believe they are worth visiting[...]…

  29. Title…

    [...]Sites of interest we have a link to[...]…

  30. Title…

    [...]Wonderful story, reckoned we could combine some unrelated information, nevertheless actually worth taking a search, whoa did a single find out about Mid East has got additional problerms at the same time [...]…

  31. Look there for more:…

    [...]Wow, amazing blog layout! How long have you been blogging for?[...]…

  32. …Check this out…

    [...]I am no longer certain the place you’re getting your information, but great topic.[...]…

  33. Title…

    [...]Here are a number of the web pages we advocate for our visitors[...]…

Leave a Reply

You must be logged in to post a comment.

La fionda d'urto

Promuovi anche tu la tua pagina