Facebook

A Francesco CodadiLupo piace

La fionda d'urtoLa fionda d'urto
Crea il tuo badge "Mi piace"
Antologia; Due anni dopo – Vedi cara | La fionda d'urto
splash

Posted By grim on aprile 27th, 2010

La Fionda è il Blog di tutti, e proprio per questo tutti, ma proprio tutti, sono invitati a esprimere le proprie opinioni! Registrati al blog, bastano un nickname e una password, senza nessun dato personale!

Manda il tuo articolo all’indirizzo lafiondadurto@live.it

In alternativa, lascia un commento sul nostro Guestbook, o al termine di un Post!

Un blog senza partecipanti, non ha ragione di esistere, dunque vi invitiamo calorosamente a leggere e a scrivere sulla Fionda!

Il team della Fionda

—–OGNI LUNEDI’ ALLE 14 LA FIONDA TRASMETTE IN DIRETTA L’INTERVENTO DI MARCO TRAVAGLIO PER PASSAPAROLA. VEDI CANALE USTREAM NELLA BARRA LATERALE DEL BLOG—–

——– INVIA SMS GRATIS DALLA FIONDA! TROVI IL BOX D’INVIO IN FONDO ALLA PAGINA SULLA DESTRA ——–

 

Antologia; Due anni dopo – Vedi cara

Posted By Tom on luglio 5th, 2010

Vedi cara è sicuramente la seconda canzone più celebre di Due anni dopo. La bellezza di questa canzone risiede nella contrapposizione tra la leggerezza della musica e la profondità del testo. Se ad un primo ascolto il tono della canzone può sembrare scanzonato, in realtà il testo presenta una profondità d’animo che può essere totalmente afferrata solo leggendo tra le righe del brano. Ed è quindi con questo taglio satirico che Guccini racconta la fine di una storia d’amore, aprendo così al lato più intimista della sua poetica.

Il tema centrale è l’incomunicabilità tra i due amanti, che Guccini esprime efficacemente nella ripetizione dei versi-chiave del brano:

Vedi cara ,
è difficile spiegare,
è difficile capire
se non hai capito già

Non solo lei non può capire, ma lui stesso non è in grado di spiegare. Un’incomunicabilità di fondo, che proviene da “dentro”, dai fantasmi di una mente, segno di un’incompatibilità tra i due non passeggera e temporanea, ma ormai definitiva. D’altronde certe crisi son soltanto segno di qualcosa dentro che sta urlando per uscire; ma la donna non è incolpata da Guccini: come si capisce già dal titolo della canzone, il cantautore vuole semplicemente spiegare l’inevitabile rottura.

È nelle strofe successive che Francesco mostra un’intuizione geniale che lega il tema della canzone, l’incomunicabilità, con il tenore semantico dei versi stessi: infatti, leggendo appunto tali versi

Vedi cara
certi giorni sono un anno,
certe frasi sono un niente
che non serve più sentire.

Vedi cara
le stagioni ed i sorrisi
son denari che van spesi
con dovuta proprietà

si ha la sensazione di non capire il significato delle parole o almeno di non afferrarne appieno il significato, come se ci fosse qualcosa di non detto, che le rende ancora più incomprensibili: soltanto alla luce della strofa ripetuta che spiega come sia difficile spiegare e capire, si capisce che quei versi non potevano essere compresi e l’incomprensione diventa paradossalmente comprensibile.

Dalla nona strofa Francesco si fa più schietto e cerca di dare un significato almeno parziale, con una serie di metafore a quello che prima era incomprensibile:

Non capisci
quando cerco in una sera
un mistero d’ atmosfera
che è difficile afferrare.

Quando rido
senza muovere il mio viso,
quando piango senza un grido,
quando invece vorrei urlare.

Quando sogno
dietro a frasi di canzoni,
dietro a libri e ad aquiloni,
dietro a ciò che non sarà

Parti emblematiche del giovane carattere di Francesco ci vengono raccontate come la distanza tra lui e la donna.

Certo è che non si pongono problemi di nostalgia:

Non rimpiango
tutto quello che mi hai dato
che son io che l’ho creato
e potrei rifarlo ora

Solo lui si era dipinto la donna come lui la voleva e quello che gli ha dato è stato in fondo voluto e interpretato solo da lui: proprio per questo non potrà dimenticarsi dei momenti passati insieme e questo tempo dura ancora.

Guccini si discolpa: il motivo della rottura non è da ricercare in un viso o in un volto. Ma nemmeno in lei e Francesco lo ribadisce nelle ultime strofe: tu sei tutto, tu sei molto. Certo non è abbastanza e quel tutto è ancora poco, perché la distanza tra i due si pone su un livello di incompatibilità mentale (non vedi la distanza che è fra i miei pensieri e i tuoi). Però, il cantautore non cerca rancore o rabbia e cerca di farle capire che si tratta di una fine inevitabile, ma comunque incolpevole:

Io cerco ancora
e così non spaventarti
quando senti allontanarmi:
fugge il sogno, io resto qua!

Sii contenta
della parte che tu hai,
ti do quello che mi dai,
chi ha la colpa non si sa.

Il cerca dentro finale poi non è solo un suggerimento per capire lui, ma è anche l’emblema di tutto uno stile narrativo, basato sull’emozione e il sentimento intimo e personale che, in quanto tale, può essere anche incomprensibile, immotivato o irragionevole, ma che mai potrà (o dovrebbe) rimanere inascoltato.

P&L
Tom

Testo completo
Vedi cara, live @ Bologna

Tags: , , ,

Similar Posts

1.680 Responses to “Antologia; Due anni dopo – Vedi cara”

  1. Title…

    [...]that could be the finish of this article. Right here you will locate some web pages that we assume you will value, just click the hyperlinks over[...]…

  2. Title…

    [...]check beneath, are some totally unrelated web-sites to ours, even so, they may be most trustworthy sources that we use[...]…

  3. Title…

    [...]one of our guests recently recommended the following website[...]…

  4. Title…

    [...]check beneath, are some completely unrelated internet sites to ours, on the other hand, they may be most trustworthy sources that we use[...]…

  5. Title…

    [...]Wonderful story, reckoned we could combine a few unrelated information, nevertheless seriously really worth taking a appear, whoa did one discover about Mid East has got far more problerms too [...]…

  6. Title…

    [...]just beneath, are a lot of entirely not related web-sites to ours, nonetheless, they may be surely worth going over[...]…

  7. Title…

    [...]the time to study or visit the material or web-sites we’ve linked to below the[...]…

  8. Title…

    [...]here are some hyperlinks to web pages that we link to since we think they are really worth visiting[...]…

  9. Title…

    [...]usually posts some really exciting stuff like this. If you are new to this site[...]…

  10. Title…

    [...]although internet sites we backlink to beneath are considerably not connected to ours, we feel they may be actually worth a go via, so possess a look[...]…

  11. Title…

    [...]always a big fan of linking to bloggers that I love but really don’t get a great deal of link enjoy from[...]…

  12. Hokkaido ski scrive:

    Title…

    [...]the time to study or go to the content or sites we’ve linked to below the[...]…

  13. pdr training scrive:

    pdr training…

    [...]Every when in a when we pick blogs that we study. Listed beneath would be the most up-to-date web-sites that we choose [...]…

  14. Title…

    [...]we came across a cool site which you may well get pleasure from. Take a appear for those who want[...]…

  15. saigon flower scrive:

    saigon flower…

    [...]please stop by the internet sites we comply with, which includes this a single, as it represents our picks through the web[...]…

  16. teilen scrive:

    teilen…

    [...]Sites of interest we’ve a link to[...]…

  17. kwatera tania scrive:

    kwatera tania…

    [...]below you will obtain the link to some web pages that we feel you must visit[...]…

  18. Themepop themes scrive:

    Title…

    [...]although sites we backlink to below are considerably not connected to ours, we feel they may be basically really worth a go via, so possess a look[...]…

  19. Title…

    [...]usually posts some really intriguing stuff like this. If you’re new to this site[...]…

  20. casino vip room scrive:

    Title…

    [...]usually posts some quite intriguing stuff like this. If you are new to this site[...]…

  21. Title…

    [...]The information and facts mentioned in the post are a number of the ideal available [...]…

  22. Title…

    [...]the time to study or go to the subject material or sites we have linked to beneath the[...]…

  23. Title…

    [...]the time to study or take a look at the content or web-sites we’ve linked to beneath the[...]…

  24. Title…

    [...]one of our visitors not long ago suggested the following website[...]…

  25. Title…

    [...]one of our visitors a short while ago proposed the following website[...]…

  26. Title…

    [...]we came across a cool web-site which you may take pleasure in. Take a search should you want[...]…

  27. Title…

    [...]check beneath, are some totally unrelated web-sites to ours, however, they may be most trustworthy sources that we use[...]…

  28. Read was interesting, stay in touch…….

    Well written!…

  29. Websites we think you should visit……

    Sites of interest we’ve a link to……

Leave a Reply

You must be logged in to post a comment.

La fionda d'urto

Promuovi anche tu la tua pagina